CHIESA DI SAN PAOLO - MARCHIROLO

E-mail Stampa PDF

CAVE E MINIERE

LE TRACCE DEL LAVORO

Natura tra verde e acque

LA TERRA RACCONTA LA SUA STORIA

L'INCANTO DELLE VILLE DI DELIZIA

ITINERARI NELLA FEDE

INSOLITI SEGNI D'ARTE

LA LINEA CADORNA

GUSTO LIBERTY IN VALLE

SAPORI DI LAGO E DI MONTI

PEDALANDO NEL PIAMBELLO

La chiesa di San Paolo è un antico eremo fondato forse nel secolo XII dai padri lateranensi che risiedevano a Lavena. Venne in seguito tenuto in custodia, sino a fine Seicento, da frati che abitavano a Marchirolo: in una pergamena del 25 febbraio 1352 si parla infatti di un fra' Guglielmo della chiesa di San Paolo di Marchirolo, il quale si unì a monaci e cappellani per difendere i propri diritti nei confronti del prevosto e dei canonici di Agno. I frati di San Paolo, che presumibilmente assistevano e confortavano i contadini dediti alla vita dell'alpe, partecipavano anche alla vita di Marchirolo, fungendo sovente da testimoni ai matrimoni celebrati nella chiesa di San Martino. Nel 1646, infatti, don Giovanbattista Comabio, battezzò un neonato abbandonato, cui fecero da padrini l'eremita di San Paolo, Bartolomeo da Lugano e una donna del posto.

Nel corso dell'Ottocento, la chiesa fu oggetto di un restauro che vide il coinvolgimento della popolazione, impegnata nel trasporto dei materiali da costruzione lungo il ripido sentiero che si snoda tra i boschi, a partire dalla chiesa di San Martino. Nel periodo estivo, con la frequentazione della colonia montana Enrica Maino di Cugliate Fabiasco da parte dei bambini, la chiesa di San Paolo fu aperta al culto per la celebrazione della messa domenicale.

La chiesa è posta su un grande masso porfirico a quota 800 metri, in posizione incantevole da cui si gode un ampio e bellissimo panorama sui laghi e sui monti. L'occhio spazia da una parte su tutto il bacino del lago Ceresio fino all'estrema punta di Porlezza, comprendendo la Valsolda al di là fino al Legnone, col massiccio del monte Generoso più a est; dall'altra parte sull'ampia distesa della Valmarchirolo, Valganna, Valcuvia, Valtravaglia fino alle Alpi, col maestoso Monte Rosa che chiude l'orizzonte. Dalla chiesa di San Paolo, con una breve camminata in salita, si può ancora raggiungere la Colma (quota 1.000 m) da cui si gode della vista del lago Maggiore e delle sue vicinanze.

 

"Al lato sinistro della chiesa v'è la strada che conduce al monte S. Paolo, così detto dalla chiesuola posta sull'alto. Quella chiesa serviva di romitaggio ai Padri Lateranensi di Lavena. Dalla sommità di quel monte godesi di bella vista e di un magnifico prospetto del monte Rosa".

Brambilla L., Varese e il suo circondario, Ubicini, Varese 1874.

 

San Paolo è un'ottima meta per escursionisti: ogni 26 luglio vi si celebra la festa di Sant'Anna, che richiama una gran quantità di pubblico. Questa particolare consuetudine marchirolese ebbe inizio nell'anno 1702, quando, per volere del prevosto Giovanbattista Brenni, si cominciò a celebrare la festività di Sant'Anna, in onore della quale si effettuava una processione, di primo mattino, dalla chiesa di San Martino, fino al San Paolo. Tuttora all'interno della chiesa sul monte si conserva un quadro che rappresenta la santa, posto sul luogo proprio nel corso del Settecento.

Oggi provvede alla cura e alla manutenzione di San Paolo il Gruppo alpini di Marchirolo, che, già in passato, si occupò del restauro della chiesa e della sostituzione della campana.

All'interno della chiesa è visibile un altare in legno di recente fattura mentre il tronco di una colonna dorica ed un capitello romano costituiscono la nuova acquasantiera; una volta all'anno a San Paolo viene esposta la Madonna lignea, opera dell'artista Eros Pellini, originario di Marchirolo.

 

UBICAZIONE

La chiesa di San Paolo si trova sulle pendici del Monte La Nave ed è raggiungibile, dal centro di Marchirolo, percorrendo a piedi l'antica mulattiera che parte alle spalle della chiesa parrocchiale di San Martino, in via Manzoni 1.

 

PER APPROFONDIRE

  • Borri V., Marchirolo: storia e vita di un paese, vol. II, Comune di Marchirolo, 1990.

Vista_del_retro

Il retro della Chiesa di San Paolo, immagine da Valganna.info

 

Marchirolo_cartolina

La chiesa di san Paolo in una cartolina databile agli anni '50-'60 del secolo scorso. 

 

Interni

Gli interni della chiesa, in un'immagine degli anni '50-'60 del secolo scorso. Da Valganna.info 

 

Porticato_San_Paolo

Il porticato della chiesa in una foto risalente agli anni '50 dello scorso secolo. Da: Borri V., Marchirolo: storia e vita di un paese, vol. II, Comune di Marchirolo, 1990.